PASSAGGIO DI VENERE DAVANTI AL SOLE

 

Come sapete, l'8 giugno 2004, il pianeta Venere è passato davanti al Sole. Ho portato in ufficio un cannocchiale per mostrare anche ai miei colleghi questo raro evento astronomico. Dal momento che questo cannocchiale è dotato di un sistema di raddrizzamento dell'immagine con prisma a tetto, l'oculare è disposto a 90° rispetto all'asse dell'obiettivo. Con questa struttura del cannocchiale, è stato facile proiettare l'immagine della nostra stella su di una parete ed osservare il passaggio di Venere.

Nella foto, mi potete vedere mentre indico il disco di Venere su quello del Sole.
Le dimensioni dei dischi era di circa 18 e di 580 mm rispettivamente.

L'osservazione di questo evento astronomico è stata molto apprezzata dai miei colleghi (tra l'altro, abbiamo anche osservato il passaggio di un aereo sul disco solare). Per ragioni ottiche che non ho approfondito, si vedeva Venere in alto, mentre osservando il Sole senza cannocchiale e con un filtro molto scuro, il pianeta risultava situato circa alle ore 5 sul disco solare. Sul muro, il pianeta si muoveva verso destra. Non ho capito come si muovesse sul Sole visto attraverso il filtro scuro.

Mi aspettavo di vedere il disco di Venere molto più piccolo, essendo il diametro di quel pianeta oltre 100 volte inferiore a quello del Sole (12.100 km contro 1.400.000 km circa). Probabilmente la maggiore vicinanza di Venere alla Terra, è la ragione per cui è apparso più grande. Infatti Venere orbita a circa 100 milioni di km dal Sole, mentre la Terra è a circa 150 milioni di km. Se Venere fosse stata alla stessa distanza del Sole, il suo disco sarebbe stato di soli 6 mm di diametro. Insomma, la nostra stella è proprio grande!

Ho usato altre volte questo sistema per osservare eclissi, con ottimi risultati. La prima volta è stata in occasione dell'eclisse del 1961, quando avevo da poco finito di costruire lo stesso cannocchiale che ho usato questa volta. A differenza da oggi, quella volta avevo sistemato una coperta sulla finestra per oscurare bene la stanza. Il cannocchiale passava per metà sotto la coperta. Al momento della totalità, la stanza era diventata molto buia, il disco dell'eclisse era circondato da un cielo blu. Si vedevano due protuberanze arancione sporgere dal disco. Si vedevano anche rondini volare a diversa altezza.

In conclusione, è stato uno spettacolo più bello del previsto e tutti quelli che l'hanno visto ne sono rimasti impressionati.


Torna all'Indice
A Fun Science Gallery