SORTILEGI E MALIE

Disperato per amore
non corrisposto,
acquisto un vecchio
manuale di alchimia.
Incantesimi preparo
sortilegi e malie.

La tecnica è buona
l'arte potente,
ma tutte buche
mi vanno ugualmente.

L'altra notte,
molecole solforate,
elisir d'amore preparo.

Un alito verde strano,
la fiasca esala...
e poi scoppia.

Per spavento sorpreso
aerosol infernale
respiro
a pieni polmoni.

Cosa è successo?
M'innamoro ancor di più,
n'avessi bisogno!

Anzichè amor reciproco,
doppia razione
e a unico senso!

Porca miseria
son proprio dannato,
solitario amare
girone infernale.

Ma un giorno ce la farò!
La sfiga non può
perseguitare
sempre gli stessi.
Sorte maligna,
ingiusta dea,
fortune ed inganni
a gradimento appioppi.

Devo trovare una soluzione,
soffrire così proprio non va.
Nell'indice risplende
del Manuale Stregone,
pozione obliante
per amor disperante:
è quel che ci vuole,
fa proprio per me!

Nuovo intruglio preparo
bevo lesto provetta.
Aspetto un po',
ma che strano effetto!
Che cosa è successo?

Sbagliato pagina:
formula afrodi... so bene me.
Porca puttana!
Adesso che faccio?

Forse è meglio che mi sieda,
serata maldestra,
fermo, buono stai là
finchè tutto passato sarà.

Attento mammifero,
qualunque specie tu sia,
non passare di qua!